VAI AL PROSPETTO DELLE PROPOSIZIONI

PROPOSIZIONI FINALI                   

Sono proposizioni subordinate circostanziali o avverbiali che esprimono il fine o lo scopo al quale tende l'azione

espressa dalla reggente. In latino, si trovano nei seguenti modi:

 

finale affermativa:

UT (QUO con un comparativo)

 

finale negativa: NE

+ CONGIUNTIVO

PRESENTE 

(in dipendenza da tempi principali)

– Haec dico ut intelligat.

Quo facilius huius hominis audaciam cognoscere possitis, ab initio res quemadmodum gesta sit vobis exponemus.

– Vigilant milites ne unquam hostes castra introeant.

IMPERFETTO  (in dipendenza da tempi storici)

– Pugnabas ut vinceres.

– Scripsit tibi, ne quid ignorares.

Supino in  –UM

In dipendenza da verbi di moto

– Venerunt questum iniurias.

– Eo dormitum.

AD

+ ACCUSATIVO DEL GERUNDIO O DEL GERUNDIVO

Ad explorandas regiones venerunt.

CAUSA / GRATIA

+ GENITIVO (ANCHE DEL GERUNDIO O DEL GERUNDIVO)

Explorandi causa missi sunt.

– Legatos ad Caesarem sui purgandi gratia mittunt.

PARTICIPIO FUTURO (eccezionalmente, presente)

= Participio congiunto

– Galli ad Clusium venerunt exercitum Romanorum oppugnaturi.

PROPOSIZIONE RELATIVA (impropria)

+ CONGIUNTIVO   SECONDO LA C.T.

(come UT)

– Hostes legatos miserunt, qui pacem peterent.

GERUNDIVO SEMPLICE

– Dedi ei librum legendum.