VOCATIVO

 

 

Il caso Vocativo è proprio del Complemento di Vocazione (da "vocare" = chiamare), che indica la persona o la cosa a cui si rivolge il discorso. In italiano (ma anche in latino) il sostantivo che esprime il complemento di vocazione può essere preceduto dall'interiezione "o".

 

Quo usque tandem abutere, Catilina, patientia nostra?

 

O dii immortales!

 

– Fac, mi carissime Pompei, ut valeas.

 

 

ATTENZIONE: Il vocativo, precededuto da pro sostituisce l'accusativo esclamativo quando esprime sentimenti particolari:

 

Pro Iuppiter! = Per Giove!